Cattedrale di Palermo Cosa Vedere e Orari

La Cattedrale di Palermo è uno dei simboli della città. Palermo è una delle città più ricche di monumenti e chiese in tutta la Sicilia.

Questi edifici religiosi in un certo senso ci rappresentano, e sono il fiore all’occhiello dell’arte in Sicilia, soprattutto dello stile Barocco.

La Madre di tutte le Chiese è la Cattedrale di Palermo, l’edificio più caratteristico della città.

La sua costruzione risale al 1184 per volontà dell’arcivescovo Gualtiero Offamilio, in onore della Vergine Maria Santissima Assunta in cielo.

Nel corso del tempo, però, ha subito diverse ristrutturazioni, modifiche e aggiunte, tutte eseguite in epoche differenti, che oggi contribuiscono alla bellezza straordinaria di questo monumento.

Se hai in programma di visitare Palermo e la Cattedrale, devi assolutamente saperne di più sulla storia, l’arte e le ricchezze che si trovano all’interno di questa chiesa monumentale.

Puoi prenotare anche un Tour di Palermo che ti permetterà di visitare con una guida esperta la cattedrale, e vedere tante altre bellezze di questa città, con degustazioni del cibo tipico da strada compreso!

Storia della Cattedrale di Palermo Cosa Vedere

La Cattedrale di Palermo venne eretta nel 1184 dall’Arcivescovo Gualtiero Offamilio, sul luogo di una precedente basilica, trasformata dagli Arabi in moschea e restituita dai Normanni nuovamente al culto cristiano.

Deve la sua maestosità alla presenza delle sue linee architettoniche e alla splendida facciata su cui ergono due campanili oranti da motivi scultorei di elevato valore.

In primo piano c’è Piazza della cattedrale, ridefinita nel XV secolo ad opera dell’Arcivescovo Simone di Bologna, che fu successivamente recintata e adornata con alcune statue, tra cui al centro il simulacro in marmo di S. Rosalia.

La struttura della cattedrale è fiancheggiata da quattro torri d’epoca normanna ed è sovrastata da una cupola. A sinistra si nota il collegamento con il Palazzo Arcivescovile dato da due grandi arcate ogivali su cui s’innalza la torre campanaria.

La facciata principale presenta un aspetto goticheggiante derivato dalla presenza delle torri bifore, dalle colonnine e dalle merlature ad archetti che corrono lungo tutto il fianco destro della costruzione.

Il portale d’ingresso è opera magnifica di Antonio Gambara, eseguita nel 1426, mentre i meravigliosi battenti lignei sono del Miranda (1432).

L’Interno della Cattedrale

Al suo interno la chiesa è molto diversa dall’originario edificio, proprio perché è il risultato di una serie di ristrutturazioni che sono state eseguite introno al XVIII secolo.

Dopo continue aggiunte e manomissioni, tra il 1781 e il 1801 la cattedrale subì una radicale trasformazione: venne mutata la pianta basilicale in croce latina e furono aggiunte le navate laterali, le ali del transetto e la caratteristica cupola.

L’interno, quindi, si caratterizza per le tre navate in cui ci sono una serie di pilastri, sui quali si trovano gigantesche sculture raffiguranti Santi, dall’impronta neoclassica.

Sopra la porta maggiore (vedi n. 1) si erge una grande iscrizione commemorativa del restauro (1801), con due angeli che reggono lo stemma sabaudo.

Nella navata destra, la prima e la seconda cappella (vedi n. 2), comunicanti fra di loro, custodiscono le tombe imperiali e reali di maestosa semplicità.

Qui si trova il sarcofago di Federico II, sormontato da un baldacchino con colonne di porfido, una roccia derivata dal magma vulcanica. La tomba possiede un’urna sorretta da due coppie di leoni.

Nella navata destra si trovano anche le tombe imperiali e reali di Costanza d’Aragona, sorella del re d’Aragona e moglie di Federico II, di Guglielmo, duca d’Atene figlio di Federico III d’Aragona, e dell’imperatrice Costanza d’Altavilla, figlia di Ruggero II e madre di Federico II.

Riguardo alle tombe della Cattedrale di Palermo, si narra che Ruggero II avesse chiesto di essere sepolto insieme alla sua famiglia presso il duomo di Cefalù.

Nel 1215 per volontà di Federico II tutte le tombe della famiglia, compreso quella del nonno Ruggero II vennero trasportate al Duomo della città di Palermo.

Nonostante siano passati molti anni, sulla tomba di Federico II di Svevia non manca mai un omaggio floreale, una rosa rossa come simbolo di ammirazione per il Re di Sicilia.

Sul pavimento della navata centrale è stata realizzata dall’astronomo Giuseppe Piazzi, durante i rifacimenti moderni del 1801, una meridiana detta a camera oscura, in marmo con tarsie colorate che rappresentano i segni zodiacali, che vengono illuminati secondo la stagione.

La cappella numero 3 nella pianta, presenta le urne con le reliquie dei santi palermitani.

Nella parte destra del presbitero, invece, si trova la cappella di Santa Rosalia (vedi n. 5), patrona di Palermo, completata nel 1635.

La cappella di Santa Rosalia contiene al suo interno l’urna argentata, in cui si trovano le reliquie della santa.

Due altorilievi rappresentano Santa Rosalia che invoca Cristo per la liberazione della peste e l’Ingresso delle gloriose reliquie di Santa Rosalia a Palermo.

Accanto la cappella di Santa Rosalia si trovano le Sagrestie. Da non perdere è il così detto Tesoro della Cattedrale di Palermo.

Dalla parte destra dell’abside si accede all’antisacrestia (vedi n. 4) e da qui alla Sala del Tesoro in cui si trovano pregiati arredi sacri, ostensori, calici e miniature dal 1300 al 1700.

Le lunghe vetrine sistemate sulle pareti, contengono paramenti sacri del XVI—XVIII secolo, paliotti, calici e ostensori, una mitra del secolo XVI, un breviario miniato del XV secolo, la corona d’oro di Costanza d’Aragona ornata da perle e pietre preziose

Nelle bacheche centrali invece potrete ammirare: oreficerie varie, smalti bizantini, ricami vari e oggetti rinvenuti nelle tombe imperiali e reali.

Il presbiterio (vedi n. 6) possiede un altare, la figura del Redentore, e alle pareti, dentro le nicchie si innalzano le statue degli Apostoli.

Sulla sinistra in fondo noterete il Trono Episcopale e il candelabro pasquale coevo adornato da bei mosaici.

Sopra l’altare c’è un pregiatissimo Crocifisso ligneo, opera eccezionale del linguaggio “gotico-doloroso” , dei primi anni del ‘300; e all’altare noterete i bassorilievi raffiguranti le “Storie della Passione”.

A sinistra del presbiterio (vedi n. 7), potrete ammirare la cappella del Santissimo; grande ciborio a forma di tempietto eseguito nel 1663 con marmi preziosi e bronzi.

Nella navata di sinistra di particolare interesse artistico è la cappella (vedi n. 8) contenente la Madonna col Bambino, statua marmorea di Francesco Laurana.

Impossibile non restare affascinati dalle pareti della Cattedrale di Palermo, che presentano altorilievi in marmo, in stile neoclassico, che ritraggono le scene di vita di Santa Rosalia.

Da non perdere anche il mosaico raffigurante la Madonna del XIII secolo, la fonte battesimale e i resti della tribuna di Gagini.

Orari Cattedrale di Palermo

La Cattedrale di Palermo è aperta dal lunedì al sabato dalle ore 09:00 alle ore 19:00.

Domenica invece è possibile visitarla la mattina dalle 8:00 alle 13:00 e il pomeriggio dalle 16:00 alle 19:00.

L’area monumentale della Cattedrale, che comprende le tombe reali, il tesoro, la cripta e i tetti, invece è aperta dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 14:00 e la domenica dalle 9:00 alle 13:00.

Se si desidera visitare l’area monumentale e i tetti della cattedrale bisogna considerare che gli ultimi ingressi consentiti solitamente sono circa un’ora prima della chiusura.

Biglietti Cattedrale Palermo

Bisogna acquistare dei biglietti per visitare la Cattedrale di Palermo?

L’ingresso principale della Cattedrale è libero, ma se si vogliono visitare l’area monumentale e i tetti della Cattedrale di Palermo, da cui si apprezza una meravigliosa e suggestiva vista della città, bisogna pagare un ticket.

L’area monumentale a pagamento comprende la visita delle tombe reali, del tesoro della Cattedrale in cui è possibile ammirare gli anelli e la corona di Costanza D’Aragona insieme ai fregi del manto di Federico II, e l’accesso alla Cripta della Cattedrale di Palermo in cui si trovano le tombe degli Arcivescovi, tra cui quella di Gualtiero Offamilio a cui si deve la costruzione della chiesa.

Migliori B&B Vicino la Cattedrale di Palermo

La Cattedrale sorge nel pieno centro storico di Palermo, una zona molto turistica in cui sono presenti diversi hotel e strutture ricettive.

Clicca qui, scopri i migliori B&B a Palermo!

In questa zona troverai ristoranti, bar, locali notturni, negozi di ogni tipo, mercati e diverse attrazioni turistiche!

Inoltre essendo in parte una zona chiusa al traffico e percorribile a piedi, è piacevole passeggiare e ammirare le bellezze monumentali di Palermo che si nascondono ad ogni angolo.

Per chi viene a trascorrere le vacanze a Palermo l’ideale è soggiornare in centro per avere tutto vicino.

Vediamo quali sono i migliori B&B nel centro di Palermo vicino la Cattedrale.

B&B Montevergini Palermo

A pochi metri di distanza dalla Cattedrale, nel cuore del centro storico di Palermo si trova il B&B Montevergini.

Una struttura moderna che offre tutti i confort, adatta sia per le famiglie che per i più giovani.

Si trova vicino a diversi locali in una zona piena di negozi, ristoranti e bar, che offre tutti i servizi.

Vicino si trovano diverse fermate dell’autobus, ma la scelta ideale per chi soggiorna in questo B&B è muoversi e visitare il centro di Palermo a piedi.

Ai Tre Mercati

Il B&B Ai Tre Mercati si trova vicino alla Cattedrale e al Palazzo dei Normanni, una sistemazione ottima per chi vuole visitare i monumenti e le chiese di Palermo.

Tutte le camere sono comode e dispongono di aria condizionata, Tv a schermo piatto, connessione WiFi gratis.

Come si intuisce dal nome, il B&B si trova vicino anche ai mercati di Ballarò, Vucciria e Capo.

Valutato eccellente da tutti i viaggiatori ha un punteggio di 10 su booking!

A Casa di Alba

B&B Alba del Capo

A pochi passi dai principali luoghi di interesse, quali la Cattedrale, il Teatro Massimo e il Teatro Politeama, i Quattro Canti e i mercati storici di Palermo, il B&B Alba del Capo offre sistemazioni comode e pulite in una zona ben servita.

Al mattino gli ospiti vengono coccolati con una buonissima colazione.

Il WiFi è gratuito ed è disponibile anche un’area relax comune.

A disposizione degli ospiti un bollitore e un frigorifero.

Il B&B ospita anche i turisti che viaggiano in compagnia di animali.

B&B San Salvatore

Eleganza, confort, pulizia e gentilezza nel centro di Palermo, il B&B San Salvatore offre tutto questo e molto di più!

Vicino alla Cattedrale ma anche a tante altre attrazioni turistiche di Palermo, questa struttura è una piccola oasi.

La colazione a buffet è disponibile anche senza glutine.

Tutte le sistemazioni sono dotate di aria condizionata, Tv e bagno privato con set di cortesia.

B&B Vivere Palermo

Una struttura nuova nel centro storico, curata in ogni minimo particolare si adatta perfettamente a tutte le esigenze degli ospiti.

Il B&B Vivere Palermo offre camere molto belle, pulite e spaziose con bagno privato, una terrazza e una salotto in comune in cui è possibile rilassarsi.

E’ presente il WiFi gratuito e una reception disponibile 24 ore su 24 per qualsiasi richiesta.

La colazione offerta agli ospiti è di tipo continentale.

La Cattedrale si trova a pochissimi metri, la zona è ben servita per ogni tipo di servizio.

Tour Palermo Visite Guidate

Se vuoi visitare la città con una guida turistica professionista, ti consiglio di prenotare uno dei tour organizzati di Palermo per vivere al massimo quest’esperienza, alla scoperta dei monumenti e delle chiese più importanti, come la Cattedrale. Potrai anche visitare i mercati storici di Palermo come il mercato del Capo, la Vucciria e Ballarò e degustare il cibo da strada più buono di tutti!

Potrai fare un giro panoramico con il tour in autobus turistico per Palermo ascoltando un interessante audioguida che ti spiegherà passo per passo le principali attrazioni.

Molto gettonati anche i tour gastronomici di Palermo, il tour di Palermo Mondello e Monreale o il divertentissimo tour di Palermo con il segway in cui ti verrà spiegato anche come guidare il segway.

Affidandoti alle guide turistiche ed ai tour organizzati potrai vivere un’esperienza a 360 gradi, avrai la possibilità di visitare le attrazioni più belle di Palermo, scoprire la storia, le leggende e le curiosità su questa stupenda città, assaggiare i piatti tipici preparati nei migliori locali, e conoscere tante persone.

Un’esperienza assolutamente consigliata e da fare soprattutto se si visita Palermo per la prima volta!

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

Miglior Hotel San Vito Lo Capo

Next Article
Birra Minchia - Birre Siciliane da Acquistare su Amazon

Birra Minchia: Birra Siciliana da Acquistare su Amazon

Related Posts